Come "sbloccare" un nuovo valore nella logistica grazie alla Blockchain - Blockchain 4innovation
FacebookTwitterLinkedIn

Come “sbloccare” un nuovo valore nella logistica grazie alla Blockchain

Claudia Costa

Se la blockchain promette di attuare forme di gestione innovative in grado di superare le logiche tradizionali delle centralizzazione, uno dei settori che più di altri possono trarre vantaggio da questa prospettiva è quello della logistica. Rimuovere la necessità di intermediari o di forme di controllo centralizzato può consentire al mondo della della logistica di individuare e sperimentare nuovi modelli organizzativi e trovare nuove forme per la generazione di valore. Pensiamo, solo come esempio, a transazioni verificate, registrate e coordinate autonomamente senza il coinvolgimento di terzi. Pensiamo alla eliminazione di un intero livello di complessità dalle catene di approvvigionamento globali grazie anche all’adozione di soluzioni Internet of Things e alla diffusione di Big data. Pensiamo ad alcune promesse promessa della Blockchain nell’ambito della logistica industriale.

Stiamo però parlando di una tecnologia che è ancora lontana dalla piena maturità con molte sfide da superare prima di poter essere implementata con successo e su vasta scala nell’ambito delle tante dimensioni e tante realtà che contraddistinguono il mondo della logistica. Probabilmente la sfida più grande sarà l’adozione diffusa nel settore attraverso la collaborazione e persino la competizione tra diversi supply chain stakeholder.

Tracciabilità, gestione documentale, trasparenza

Le applicazioni di questa tecnologia emergente in un certo numero di industrie – dalla finanza all’energia, dalla produzione alla vendita al dettaglio – suggeriscono che la blockchain possiede una chance di raggiungere il suo pieno potenziale in futuro. Quando lo farà, genererà maggiore efficienza e nuovi modelli di business tra cui una lettura più veloce e snella della logistica commerciale globale, una maggiore trasparenza e tracciabilità nella catena di fornitura, una maggiore automazione dei processi commerciali e una rivisitazione completa di processi di gestione documentale e di contrattualistica.

Esplorando le ultime analisi, opinioni e risultati, e attingendo ad una serie di casi d’uso per identificare i fattori chiave di successo per l’implementazione, il report pubblicato da DHL in collaborazione con Accenture dal titolo “Blockchain in Logistics. Perspectives on the upcoming impact of blockchain technology and use cases for the logistics industry 2018″ (per consultare la versione integrale del report potete accedere a questo link) si focalizza sulle potenzialità della tecnologia blockchain nel trasformare il settore logistico. Nello specifico mira a rispondere a domande come:

  • Cos’è la blockchain e quali sono le sfide chiave?
  • Come viene già applicata questa tecnologia all’interno delle industrie?
  • Quali opportunità potrebbe apportare alle operazioni logistiche?

Le catene di approvvigionamento globali sono notoriamente complesse, con un gruppo eterogeneo di stakeholders, interessi diversi e molti intermediari di terze parti: sfide che la blockchain è adatta a risolvere. Il rapporto include i risultati iniziali di un prototipo funzionante sviluppato da DHL e Accenture, che tiene traccia dei prodotti farmaceutici dal punto di origine al consumatore, evitando manomissioni ed errori (per una overview sulla soluzione congiunta si rimanda la lettura a questo articolo).

 

Integrazione tecnologica e collaborazione tra gli stakeholders

Sono già in corso numerosi progetti che prevedono di applicare la blockchain alla logistica globale, creando un valore aggiunto tramite la trasparenza della supply chain e l’automatizzazione delle operazioni amministrative. Inoltre, si prevede che la tecnologia blockchain, in futuro, si intersecherà con altre innovazioni che ne amplificheranno l’impatto. Basta immaginare come può essere il flusso fisico delle merci più efficacemente orchestrato e sincronizzato con le informazioni e i flussi finanziari quando la blockchain è combinata con l’IoT, l’intelligenza artificiale, la robotica e altro ancora.

Passare dalla sfida attuale di dimostrazione di concetti e applicazioni pilota ad implementare realmente soluzioni produttive su vasta scala richiederà ulteriori sviluppi tecnologici, trasformazione organizzativa e, soprattutto, collaborazione tra tutte le parti interessate. Il successo dipende da tutte le parti che lavorano insieme per trasformare i processi legacy e adottano congiuntamente nuovi modi per creare valore logistico.

 

FacebookTwitterLinkedIn
White Paper scelti per voi

FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi