FacebookTwitterLinkedIn

A Milano il Think Thank dedicato alla Blockchain

Redazione

Blockchain, una rivoluzione vera e propria che sta già avvenendo, non solo una pura questione tecnologica, piuttosto una spinta al cambiamento con un significato più ampio, sia intellettuale che sociale. I progetti basati su blockchain nascono sulla base di bisogni ancora latenti di cui non è facile valutare il reale impatto sulla vita quotidiana e sul business. Oltre a un percorso non definito, non esiste ancora un mercato maturo e la Business Community ha bisogno di aggregazione, condivisione e best practice a cui fare riferimento.

Ecco le ragioni del primo Think Thank dedicato alla creazione di un ecosistema basato sulla qualità dei progetti e la loro applicazione concreta. Distributed Minds debutta a Milano il 28 novembre con la conferenza intitolata “Blockchain behind e beyond the hype”, nella sede di LeVillage. L’evento è patrocinato da Blockchain4Innovation, San Marino Innovation e Commissione Europea. Nomi rilevanti del panorama blockchain italiano e internazionale, un primo appuntamento a cui ne seguiranno altri per costruire e modellare insieme il mondo blockchain del 2030.

“Distributed Minds nasce come Think Thank di menti innovative e di spiriti appassionati, che credono nelle potenzialità di blockchain e lavorano per la sua adozione di massa” afferma Sara Noggler, creatrice di Distributed Minds, Public Affairs di San Marino Innovation Ceo di Polyhedra Blockchain PR Company.

Per ulteriori informazioni e procedere con l’iscrizione all’evento, potete consultare il sito dedicato.

 

Partner e sponsor presenti all’evento

Sunny Lu Vechain, Alessandro Palombo Jur, Renato Grottola DNV GL, Alessandro Turetta di Nexid, Davide Baldi Luxochain, Paolo Gianturco Deloitte, Marco Monaco di PWC, Christian Miccoli di Conio, Alan Tonetti di Taodust, Alessandro Turetta di Nexid, Demetrio Migliorati Banca Mediolanum, e Federico Pecoraro di ChainBlock, Elena Pasquali di Ecosteer e Jacopo Visetti di Efforce, Fabio Pezzotti Iconium, sono solo alcune delle aziende italiane e internazionali che hanno aderito all’iniziativa, in qualità di partner e sponsor, portando il loro contributo in termini di conoscenza ed esperienza.

Assodato che l’adozione di massa della tecnologia blockchain non può prescindere da un coinvolgimento di governi e legislatori, saranno presenti i tre paesi che hanno emesso una prima normativa in merito: Liechtenstein con l’avvocato Thomas Naegele, Malta con Silvio Schembri Junior Minister at Malta Government e San Marino, con Sergio Mottola presidente di San Marino Innovation, mentre Alastria con il suo direttore generale Montse Guardia Guell, racconterà l’esperienza del consorzio sul territorio spagnolo.

 

Uno sguardo ai temi toccati

L’avv. Tamara Belardi, Commissione Tecnica Blockchain Ministero dello Sviluppo Economico, si occuperà di un approfondimento su Libra e su tutto ciò che sta accadendo nel mondo con le valute digitali di stato.

Il dibattito della conferenza sarà imperniato su blockchain, contratti intelligenti e meccanismi “premianti” di comportamenti virtuosi dei cittadini tramite token e le ricadute in termini di sostenibilità ambientale e sociale e poi, Token Economy, per gettare luce su aspetti che risultano ancora chiari solo a pochi esperti.

Le tavole rotonde saranno orchestrate da Marco Tullio Giordano, Simona Macellari, Michele Ficara Manganelli, Federico Morgantini ed Enrico Ferro. Apre la giornata Roberto Mancone, Ceo & Founder Whatif and Senior Advisor Oliver Wyman, chiude invece con una previsione di cosa succederà da qui ai prossimi cinque anni Giacomo Zucco.

 

 

FacebookTwitterLinkedIn
White Paper scelti per voi

FacebookTwitterLinkedIn