La Fiorentina scende in campo con la blockchain di Genuino

La squadra viola decide di contrastare la contraffazione con la blockchain e attiva la certificazione dell’autenticità delle maglie ufficiali del Club [...]
  1. Home
  2. Mercati
  3. Media & Entertainment
  4. La Fiorentina scende in campo con la blockchain di Genuino

La capacità della blockchain di portare “fiducia” e di attuare forme di certificazione sempre più affidabili trova una crescente attenzione anche nel mondo dello sport e del calcio in particolare (si legga al riguardo l’articolo su come finanziare la costruzione degli stadi con la tokenizzazione). In questo caso i riflettori sono a Las Vegas in occasione del CES, ma il team calcistico che ha scelto di utilizzare la blockchain e la startup che ha realizzato il progetto sono italianissimi. L’ ACF Fiorentina e Genuino hanno scelto di avviare una collaborazione che permette di certificare in maniera inequivocabile le maglie ufficiali del Club ed è la prima volta che una squadra di calcio decide di utilizzare la tecnologia blockchain per ottenere la certificazione delle divise che vengono indossate dai propri tesserati.

Lo scorso 15 dicembre e il 20 dicembre i giocatori viola sono scesi in campo allo stadio Franchi di Firenze per due match, rispettivamente contro FC Internazionale e contro AS Roma, in queste due circostanze le maglie indossate sono state dotate di un apposito chip (IoT) e a ciascuna di esse è ora abbinato un codice unico immodificabile che ne sancisce inconfutabilmente l’autenticità e vengono così certificate da Genuino sulla blockchain.

Questa certificazione permette di attribuire un valore sicuro alle maglie che saranno rese disponibili sul mercato a tutti coloro, tifosi, appassionati e collezionisti, che desiderano avere un oggetto unico strettamente collegato a una prestazione sportiva e alla squadra. Il tutto con l’attivazione di un’asta benefica.

WHITEPAPER
Smart Building: a quanto ammonta il loro valore di mercato nel nostro Paese?
IoT
Proptech

Abbiamo detto del CES di Las Vegas, il progetto arriva infatti al Consumer Electronics Show per una presentazione internazionale e per mostrare le possibilità di applicazione del protocollo di certificazione decentralizzato di Genuino. Si tratta di una soluzione che permette di valorizzare la qualità e la autenticità di prodotti di eccellenza, con la certificazione della proprietà e di tutti gli eventuali trasferimenti di possesso, grazie a un tracking preciso e affidabile di tutta la filiera produttiva. Un modo innovativo per contrastare la contraffazione e per creare nuove forme di collegamento tra marchio, prodotto e consumatore.

Per Giuseppe Barone, General Manager di ACF Fiorentina il progetto realizzato con Genuino rappresenta un servizio innovativo che permette di certificare e autenticare le maglie del Club coinvolgendo i tifosi in una nuova esperienza d’acquisto e di interazione col Club e consente inoltre di dare vita a un ecosistema funzionale a combattere la contraffazione.

A sua volta Eleonora Mulas, CEO di Genuino ha osservato che insieme ad ACF Fiorentina si è potuto costruire un prototipo unico che utilizza ed integra IoT, applicazioni decentralizzate, sensori intelligenti, intelligenza artificiale e contratti intelligenti.

FacebookTwitterLinkedIn