Progetti di ricerca

Blockchain in Europa: dal Parlamento, via all’attività del centro di ricerca italiano ACE Brain

Parte ufficialmente da Bruxelles l’attività di ACE Brain, Centro di Eccellenza Italiano Algorand per Blockchain, Regolamentazione e Innovazione, che attraverso la tecnologia blockchain intende promuovere la trasformazione digitale dell’UE per una società più democratica, resiliente e sostenibile [...]
  1. Home
  2. Istituzioni e Associazioni
  3. Blockchain in Europa: dal Parlamento, via all’attività del centro di ricerca italiano ACE Brain

Prende il via a Bruxelles con un incontro al Parlamento europeo, l’attività di ACE BRAIN, il centro di ricerca nato da un’iniziativa congiunta dell’Università di Roma Tre, dell’Università Cattolica di Milano, della Fondazione Ugo Bordoni e dell’Istituto Universitario Europeo. L’ACE BRAIN, acronimo di Centro di Eccellenza Italiano Algorand per Blockchain, Regolamentazione e Innovazione, concentrerà la sua attività sull’analisi della compatibilità tra la tecnologia blockchain e la legislazione dell’UE e sulla promozione della tecnologia blockchain come pilastro del futuro Mercato Unico dell’UE e come fondamento per una società più democratica, resiliente e sostenibile.

La blockchain come pilastro della trasformazione digitale dell’UE

Convocato dalla vicepresidente del Parlamento europeo Eva Kaili, l’incontro inaugurale di ACE Brain ha visto i principali esperti e responsabili politici delle istituzioni europee e dei governi nazionali discutere di argomenti chiave per il processo di trasformazione digitale in corso nell’UE, quali: l’evoluzione delle blockchain verso un paradigma più sostenibile; la compatibilità delle blockchain con la legislazione dell’UE; le possibili applicazioni per il Mercato Unico, con particolare attenzione all’identità digitale, ai portafogli digitali e alla conversazione dei dati; il ruolo della regolamentazione sperimentale (ad esempio le sandbox regolamentate) per testare nuovi modelli di business basati su blockchain in un ambiente controllato e favorire l’innovazione.

ACE BRAIN è stato tra i 10 destinatari del bando internazionale promosso dalla Algorand Foundation per costituire in ambito universitario Centri di Eccellenza Algorand (ACE) con la missione di abilitare un’economia globale inclusiva e decentralizzata basata sulla blockchain Algorand, tecnologia sviluppata dalla ricerca del Prof. Silvio Micali, pioniere della crittografia, vincitore del Premio Turing e docente al MIT di Boston. ACE BRAIN è stata inserita nel programma quinquennale della Fondazione Algorand insieme ad altre prestigiose università internazionali come l’Università di Yale, l’Università di Berkeley e l’Università di Città del Capo, dopo un rigoroso processo di selezione globale.

ACE BRAIN: il nuovo progetto di ricerca sulla Blockchain 4.0

WHITEPAPER
I 4 consigli da seguire per riuscire nella trasformazione digitale
Digital Transformation

ACE BRAIN ha ottenuto un finanziamento di 4,8 milioni di euro in cinque anni per svolgere attività di ricerca multidisciplinare su blockchain e criptovalute, corsi universitari, hackathon, nonché per promuovere acceleratori e progetti a impatto sociale basati sulla tecnologia blockchain. L’ACE BRAIN si distingue dagli altri ACE LAB per una attenzione forte agli aspetti di compatibilità tra la tecnologia blockchain e la legislazione dell’UE.

Il metodo di ricerca dell’ACE BRAIN vede il dialogo continuo tra le competenze economico-giuridiche e tecnico-informatiche. Il team è guidato dalla Prof.ssa Maddalena Rabitti del Dipartimento di Economia Aziendale di Roma Tre. Gli altri coordinatori sono: la Prof.ssa Antonella Sciarrone Alibrandi dell’Università Cattolica, il Prof. Andrea Renda dell’Istituto Europeo di Firenze, il Prof. Antonio Sassano della Fondazione Ugo Bordoni.

FacebookTwitterLinkedIn
FacebookTwitterLinkedIn