La più grande ICO giapponese sbarca in Italia. Ecco cosa fa Spindle - Blockchain 4innovation
Top News
16 ottobre 2018
FacebookTwitterLinkedIn

La più grande ICO giapponese sbarca in Italia. Ecco cosa fa Spindle

Democratizzare gli investimenti e mettere in discussione la centralità degli assetti finanziari. È la sfida in capo a Spindle, piattaforma giapponese di match making, nata per collegare utenti e crypto hedge fund in maniera trasparente ed equa, grazie all’utilizzo della blockchain. La piattaforma, presentata il 5 giugno a Milano, è nota soprattutto per essere la più grande ICO (Initial Coin Offering) giapponese di sempre, in grado di superare il proprio soft cap di 60mila ethereum, e puntare con convinzione all’espansione a livello globale.

«Abbiamo avviato Spindle – ha spiegato Masamistu Hirai, CEO della società – con l’obiettivo di utilizzare la blockchain per eliminare le barriere fra aziende e investitori privati e facilitarne gli investimenti, supportando i clienti meno esperti nel trovare i migliori prodotti finanziari. Per la prima volta nella storia, vogliamo realizzare una piattaforma in cui tutti possano investire equamente, senza differenze di nazionalità, background accademico, razza, sesso, età».

Che cos’è e cosa fa Spindle

Spindle è un progetto realizzato dal gruppo giapponese Blackstar Group – si legge in una nota – fondato da esperti della finanza, degli investimenti bancari e della tecnologia. Al momento la società ha tre sedi in tutto il mondo: Shangai, Londra e Tokyo. L’iniziativa è capeggiata da uno dei veterani dei fondi d’investimento giapponese Masamitsu Hirai, CEO di Bullion Japan Inc. che in passato si è occupato di gestione dei fondi, ed è stato consulente per Funai Soken Holdings.

L’obiettivo di Spindle, che ha sviluppato una piattaforma basata sulla blockchain di collegamento tra chi vuole investire in criptovaluta, è reinventare il concetto di investimento privilegiato (e quindi rivolto solo a una ristretta fetta di investitori), aprendolo a tutti indistintamente. In questo modo sarà possibile a tutti, anche agli investitori meno esperti sul mercato della criptovaluta, comprendere le dinamiche ed entrare nei processi di investimento, grazie alla piattaforma “Zeta”.

La piattaforma “zeta” sviluppata da Spindle

Quali sono le novità della piattaforma “Zeta”? Innanzitutto l’utilizzo di una combinazione di Blockchain e contratti intelligenti, in grado di fornire agli utenti informazioni sulle opportunità di investimento in totale trasparenza, abolendo di fatto l’autorità centrale e permettendo agli investitori stessi di comunicare direttamente con i gestori dei fondi, inducendoli a prendere le loro decisioni basandosi su dati affidabili.

Inoltre il progetto punta a incrementare la quantità d’informazioni sugli asset disponibili ai gestori dei fondi attraverso i contract intelligenti della rete Ethereum, e creando un registro trasparente e semplice da utilizzare di tutte le transazioni associate con l’asset.

Giornalista del gruppo Digital360. Scrive per BigData4Innovaton, Blockchain4Innovation, Digital4Trade, EconomyUp, Internet4Things, Pagamenti Digitali

FacebookTwitterLinkedIn

White Paper scelti per voi

FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi