Blockchain e sostenibilità al Digital Earth Symphosium

Il 26 settembre dalle ore 12.30 alle 13.30, presso il Palazzo dei Congressi di Firenze e nella cornice dell'undicesima edizione del simposio promosso dall'International Society for Digital Earth (ISDE), si terrà il tavolo di discussione intitolato “From Da Vinci to Nakamoto: Innovation, Trust and Logic under the sign of Blockchain adoption”. Tra gli speaker, Affidaty presenterà lo Sharing Economy Design [...]
  1. Home
  2. Eventi e Convegni
  3. Blockchain e sostenibilità al Digital Earth Symphosium

All’undicesima edizione del simposio biennale organizzato dall’International Society for Digital Earth (ISDE) “Digital Earth in a Transformed Society” è previsto un tavolo tecnico che parla di Blockchain, etica e sostenibilità e che vede la partecipazione di Affidaty, accanto a professori universitari di filosofia e psicologia e un ricercatore dell’ISTC-CNR.

L’evento è “From Da Vinci to Nakamoto: Innovation, Trust and Logic under the sign of Blockchain adoption” ed è un’occasione in cui Affidaty presenta “Sharing Economy Design”, un modello sinottico decentralizzato che ha l’obiettivo di favorire il rispetto dei tempi e dei cicli naturali. Un nuovo paradigma di gestione dei dati che si autoalimenta dalla cooperazione organizzata, gestendo i processi ad un livello profondo di interconnessione organizzata da Smart Contract che operano sulla Blockchain.

“Ieri Leonardo, un uomo che aveva previsto il futuro idealizzando e progettando macchine che richiedevano un progresso tecnologico avanti di 4 secoli, non aveva gli strumenti giusti per realizzare ciò che la sua mente partoriva. Oggi Nakamoto ci offre una tecnologia rivoluzionaria, modellabile ed applicabile su larga scala, esattamente l’opposto di ciò che era accaduto secoli fa proprio qui a Firenze. Sta a noi adesso trovare le idee giuste per cercare di cambiare in meglio questo mondo cercando di renderlo più simile possibile al futuro che aveva previsto Leonardo” ha dichiarato Dane Marciano, CEO Affidaty Spa.

FacebookTwitterLinkedIn