IBM: nuovi progetti in Europa sul fronte Blockchain - Blockchain 4innovation
FacebookTwitterLinkedIn

IBM: nuovi progetti in Europa sul fronte Blockchain

IBM punta con sempre maggiore forza sulla Blockchain: il gigante dell’IT ha annunciato di avere stilato una serie di accordi con numerose aziende europee, che utilizzeranno proprio la soluzione Blockchain messa a punto da IBM, che mira soprattutto a favorire la collaborazione all’interno  di ampie reti di azienda composte da partner eterogenei.Con oltre 500 progetti blockchain attualmente in corso, IBM è fortemente impegnata in tutti i settori, soprattutto in ambito europeo, dove, secondo le stime di IDC,  gli investimenti in tecnologie blockchain stanno crescendo più che in qualunque altro luogo.

 

Tra gli ultimi annunci degno di nota è quello con l’operatore Telefónica, volto alla risoluzione di una delle principali sfide per gli operatori telefonici, ossia il problema della gestione del traffico delle chiamate mobili internazionali. Il progetto Blockchain realizzato con IBM è in grado di risolvere in tempo reale i problemi correlati alla veridicità e alla tracciabilità delle informazioni generate da reti di operatori differenti quando si effettuano chiamate internazionali. Tutto questo grazie all’uso di una piattaforma decentralizzata accessibile a tutti gli operatori coinvolti nel processo, che permette di ridurre i comportamenti fraudolenti e le discrepanze tra le informazioni raccolte da ciascun operatore.

 

Un altro caso riguarda la Banca Centrale della Repubblica dell’Azerbaigian, per cui IBM stanno sviluppando un sistema di identificazione digitale basato sulla piattaforma Hyperledger Fabric, che consente a utenti singoli e entità legali di verificare l’affidabilità dei documenti a essi correlati. Più a Nord, in Finlandia, la cooperativa  S-Group sta testando la sua soluzione Pike-perch radar, basata sulla tecnologia IBM Blockchain, per permettere ai clienti finali di identificare la zona di pesca originaria. In Polonia, PKO Bank Polski ha implementato una soluzione assieme a KIR (Krajowa Izba Rozliczeniowa S.A. – sistema di pagamento automatico polacco), e in collaborazione con IBM e Accenture, che consente di archiviare in un repository ad alta sicurezza basato sulla tecnologia blockchain i documenti e le comunicazioni dei clienti inviate in forma digitale a oltre 5 milioni di utenti della banca.

 

Sempre in ambito Blockchain, la startup di sviluppo software Comgo.io, in collaborazione con IBM, sta digitalizzando l’intero processo di gestione delle donazioni e delle spese per l’ONG, utilizzando Hyperledger Fabric, un progetto della Linux Foundation. In questo modo i donatori della ONG possono verificare in tempo reale quanto denaro è stato speso e le attività supportate dall’organizzazione. Negli USA è stato invece recentemente annunciato un’iniziativa che coinvolge Seagate Technology, società specializzata nelle soluzioni di storage. Il progetto, concepito per aiutare produttori, integrator e business partner a combattere la contraffazione dei dischi fissi, utilizza la piattaforma blockchain IBM per autenticare la provenienza delle unità disco, aumentando la protezione della sicurezza a più livelli nel settore della gestione dei dati.

 

“Dalle grandi aziende fino alle startup, in numerosi settori, le aziende di tutta Europa stanno scegliendo la tecnologia Blockchain di IBM – ha dichiarato Andrew Darley, Responsabile di IBM Blockchain Platform in Europa – . I clienti sono attratti dalla facilità di implementazione e di utilizzo della IBM Blockchain Platform, in quando consente loro di utilizzare reti ad alta sicurezza in qualunque ambiente, sia esso locale, su piattaforma IBM Cloud o basato su una piattaforma di altri provider di servizi cloud”. Secondo Big Blue i punti di forza di IBM Blockchain Platform risiedono nella sua semplicità di utilizzo e nella natura aperta del framework Hyperledger Fabric della Linux Foundation.  I clienti possono inoltre beneficiare della disponibilità di IBM Blockchain Starter Plan su IBM Cloud, facilitando non poco il lavoro degli sviluppatori.

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore gruppo Digital 360

FacebookTwitterLinkedIn

White Paper scelti per voi

FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi