Connettere il tuo progetto aziendale alla blockchain? Ecco la soluzione as a service ready-to-use

BCode, spin-off del Politecnico di Milano, lancia Pablock, la piattaforma per le aziende che vogliono portare il proprio progetto sulla catena di blocchi senza dover gestire i costi di implementazione e manutenzione dell'infrastruttura né doversi addentrare in complessi meccanismi come la gestione di wallet, gas fee e smart contract [...]
  1. Home
  2. Start Up e Open Innovation
  3. Connettere il tuo progetto aziendale alla blockchain? Ecco la soluzione as a service ready-to-use

Collegare alla blockchain qualsiasi progetto necessiti dell’utilizzo di questa tecnologia in modo semplice, veloce e ad un costo certo, grazie ad una soluzione blockchain as a Service pronta all’uso. E’ quanto consente di fare Pablock, l’innovativo servizio realizzato dalla software house BCode, spin-off del Politecnico di Milano. In particolare sono stati realizzati servizi API specifici per la certificazione di dati, la creazione e gestione di token e NFT per piattaforme e la gestione di token per gli sviluppatori di videogame.

Le notarizzazioni effettuate hanno valore legale e permettono di registrare l’esistenza e l’unicità di file e informazioni ad una certa data. In particolare, Pablock rende possibile:

  • certificare file di testo, audio, video e immagini su Blockchain Ethereum
  • creare e gestire token; creare NFT associati ai file certificati
  • usufruire dell’opzione di multi-firma di file e documenti
  • garantire agli utenti massima tracciabilità e trasparenza di ogni singolo passaggio e transazione
  • disporre dello storico di un file o di una procedura e di un archivio di documenti e informazioni con un versioning costantemente aggiornato.

“Le sue funzioni si fondano su un’infrastruttura scalabile ed all’avanguardia e sono perfette per tutte quelle aziende che vogliono portare il proprio progetto su blockchain (tracciabilità, manutenzione 4.0, creazione e vendita di NFT, archivio digitale…) interfacciandosi con blockchain permissionless e utilizzando un servizio API pronto all’uso, così da non dover gestire i costi di implementazione e manutenzione dell’infrastruttura nè doversi addentrare nei complessi meccanismi tecnici tipici del mondo blockchain come la gestione di wallet, gas fee e smart contract” dichiara il Ceo Andrea Ciliberti.

Notarizzazioni su Polygon, Ethereum e presto altre piattaforme

Il servizio API di Pablock, già attivo, garantisce trasparenza e verificabilità alle applicazioni, alle informazioni inserite nel database e a tutti i documenti digitali dell’archivio personale o aziendale, così come assicura la piena scalabilità delle prestazioni, in modo da poter accompagnare utenti ed aziende nell’adozione progressiva della tecnologia. Gli hash dei dati vengono notarizzati su Polygon, blockchain che garantisce velocità ed economicità delle transazioni in Ethereum, ed ancorati alla rete principale di Ethereum. Ogni singola transazione viene confermata e registrata su entrambe le piattaforme e produce una ricevuta per l’utente con tutti i dettagli della notarizzazione.
Oltre alla notarizzazione su Ethereum, Pablock sta sviluppando soluzioni di notarizzazione anche su diverse blockchain.

Una web-app che gestisce ogni aspetto economico e tecnico

Le potenzialità e i benefici di Pablock sono molteplici e sono accessibili anche senza competenze particolari: una volta avvenuta la registrazione e l’attivazione dell’account da parte dell’utente, infatti, tutti gli aspetti economici e tecnici sono gestiti direttamente dalla web-app, che è in grado di generare un non-custodial wallet e le relative chiavi per gestirlo con semplicità, ma in totale sicurezza. Si presenta come uno strumento estremamente duttile e versatile, che può essere declinato e personalizzato per venire incontro alle esigenze più varie di certificazione e creazione di NFT di aziende, società legali e autori di contenuti originali.

“La maggior parte delle aziende che vuole portare un proprio progetto su blockchain, ha la necessità di notarizzare dei dati o creare token. Si pensi ai progetti che riguardano la tracciabilità di filiera, la manutenzione 4.0 di macchinari, la certificazione di set di dati del proprio database, la certificazione di documenti, la creazione di NFT magari associati ad un bene fisico” dichiara Ciliberti. “Creare un’infrastruttura ad hoc per il proprio business e mantenerla nel tempo è una soluzione costosa e spesso mancano nelle aziende le competenze per poter gestire progetti di questo tipo. Abbiamo deciso di offrire una soluzione pronta all’uso e ad un costo certo che permetta ad aziende, avvocati, content creator, liberi professionisti di capitalizzare agevolmente i vantaggi offerti dalla tecnologia blockchain”.

Strumento efficiente per aziende e content creator

quiz
[QUIZ] Sei pronto per garantire una customer connection eccellente?
CRM
Digital Transformation

In ambito legale, Pablock supporta e semplifica lo svolgimento delle pratiche quotidiane, con la possibilità di:

  • notarizzare file su blockchain permissionless e certificarne così in modo incensurabile e tracciabile unicità, proprietà e titolarità ad una certa data;
  • creare NFT (ERC721) associati ai file da inviare ai clienti per metterli in possesso del documento;
  • gestire identità digitale e wallet in modo integrato tramite autenticazione PSD2 o firma digitale.

Grazie all’opzione multi-firma di un file, consente, inoltre, di gestire in modo totalmente trasparente la firma di file da parte dei vari attori coinvolti.
Le sue caratteristiche ne fanno uno strumento efficiente per aziende e content creator. La notarizzazione su blockchain, infatti, dà la possibilità di certificare documenti testuali e contratti, ma anche dati aziendali, provenienti da database o dispositivi e macchinari IoT, così da garantire in modo pubblico e inconfutabile la trasparenza del proprio operato e la regolarità delle manutenzioni, cosi come di documentare l’autenticità di file di immagini, tracce audio e ogni tipologia di contenuti digitali. Si può decidere come modulare l’accesso a questi contenuti, rendendoli pubblici o invece accessibili solo tramite password, o notarizzandone solo l’hash, e in ogni momento si può dimostrare chi ne detiene la titolarità come proprietario o la paternità come autore.

Prevista la possibilità di creare NFT

La possibilità di creare NFT è una funzione particolarmente preziosa, per cui al momento Pablock rappresenta un unicum nel panorama delle app. Una volta creati, gli NFT possono essere conservati nel wallet personale o in quello del cliente e al momento opportuno esportati per essere trasferiti e gestiti al di fuori dell’applicazione. Nel caso di un NFT legato ad un’opera creativa, ad esempio, è possibile semplicemente conservarlo per dimostrare in modo certo di esserne l’autore o decidere, invece, di trasferirlo ad un altro account o portarlo su un marketplace per venderlo in un secondo momento.

Sino ad oggi mancava uno strumento intuitivo che consentisse ai content creator di certificare i prodotti della propria creatività e di creare NFT. Pablock in questo caso crea un archivio sicuro e immutabile per le opere e ne tutela l’originalità. La fruizione dei servizi dell’applicazione, anche nei servizi API, è regolata secondo più formule di abbonamento mensile, in base a quelle che sono le necessità personali o aziendali e la frequenza di utilizzo. Si può partire da un piano free per testare efficienza ed utilità dell’app su rete di test, oppure scegliere altre tipologie, fino ai piani premium ed enterprise.

Nel corso del 2021 verrà inoltre rilasciato “Pablock Gaming”, il servizio API per la creazione e gestione di token ERC20 ed ERC721 pensato e realizzato in modo specifico per creatori e developer di videogiochi.

FacebookTwitterLinkedIn