FPA 2020: partire dall’innovazione per reagire all’emergenza e guardare al futuro

Constatato il colpo economico e morale dell'epidemia da Covid-19, la trentunesima edizione di FPA, raddoppia con un evento virtuale a luglio e uno fisico a novembre. Al centro la PA come veicolo per la trasformazione digitale e la ripartenza del Paese [...]
  1. Home
  2. Mercati
  3. Industria 4.0
  4. FPA 2020: partire dall’innovazione per reagire all’emergenza e guardare al futuro

Di fronte alla pandemia globale causata dal nuovo Coronavirus (SARS-CoV-2), l’appuntamento annuale di FPA, società del Gruppo Digital360 specializzata in relazioni pubbliche, comunicazione istituzionale, formazione e accompagnamento al cambiamento organizzativo e tecnologico delle pubbliche amministrazioni e dei sistemi territoriali, si concretizza in due eventi che si terranno rispettivamente nei mesi di luglio e novembre 2020. Un’occasione per incontrare amministrazioni e imprese che stanno affrontando la crisi e che proprio attraverso l’innovazione digitale vogliono reagire e ripartire non come prima.

Prima di tutto, #Road2FORUM PA2020

FORUM PA è nata per promuove l’innovazione nella pubblica amministrazione e nei sistemi territoriali e in questo momento di emergenza sanitaria, è ancora più forte nel sostenere un Paese che desidera ripartire più forte di prima. Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA spiega la volontà di costruire un percorso di avvicinamento ai due eventi di luglio e novembre. Con #Road2ForumPA2020 inizia un programma che prevede attività di formazione con la “FPA digital school” e i “Campus”; momenti sia virtuali sia fisici di confronto attraverso i “Cantieri della PA”; webinar formativi e informativi; campagne mirate di comunicazione; importanti testimonianze dei protagonisti attraverso interviste originali; di un magazine sempre aggiornato d’informazione; un “diario” quotidiano della PA in questo tempo in cui la centralità dell’azione pubblica è sotto gli occhi di tutti.

L’innovazione per reagire all’emergenza

Il primo appuntamento “FORUM PA 2020 – Resilienza digitale“, si svolgerà in streaming dal 6 all’11 luglio, proponendo un ricco palinsesto di eventi, caratterizzati da format innovativi. Il programma prenderà le mosse dalla situazione attuale e dalla necessità di riuscire a innovare per uscire prima e meglio dalla crisi, focalizzandosi su alcuni temi di rilevanza strategica:

  1. La trasformazione digitale per la coesione della comunità nazionale, per la partecipazione, la trasparenza, la collaborazione.
  2. Il digitale e il lavoro: da pericolo a risorsa. Smart working, lavoro pubblico, effetti sull’organizzazione e la dirigenza: lessons learned
  3. L’infrastruttura tecnologica per la resilienza del Paese.
  4. La governance e l’uso pubblico dei dati.
  5. Il digitale e la vita quotidiana: pagamenti digitali e e-commerce.
  6. Costruire la fiducia per l’Italia: cyber security e privacy.
  7. E-health dalla grande crisi verso una sanità Personalizzata, Predittiva, Preventiva, Partecipata.
  8. Scuola digitale, a che punto siamo?
  9. Competenze digitali per l’occupabilità e i diritti di cittadinanza.
  10. La continuità operativa del Paese: interventi e strumenti per garantire i servizi pubblici.
  11. Le imprese come bene comune: misure e incentivi per tutelare la capacità produttiva del Paese.
  12. Trasformazione digitale e sviluppo sostenibile: due obiettivi italiani ed europei che vanno perseguiti insieme.

Potete recuperare maggiori informazioni QUI.

La coesione sociale per ripartire più forti di prima

Di fronte alla drammatica epidemia che sta impattando su tutto il mondo, Gianni Dominici, Direttore Generale FPA evidenzia la necessità di “una coesione sociale fatta di confronto e collaborazione, e una trasformazione digitale inclusiva, democratica e partecipata”. FPA e in generale, il Gruppo Digital360, si danno da fare costantemente per accompagnare gli innovatori, dentro e fuori le amministrazioni pubbliche, in un percorso collaborativo e coraggioso.

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

Il secondo appuntamento, nella sua formula tradizionale, “FORUM PA 2020 – Restart Italia” è previsto dal 4 al 6 novembre presso il Roma Convention Center La Nuvola e si concretizza in un confronto aperto, inclusivo e partecipato sulla necessità di una politica industriale dell’innovazione e sulla centralità di una PA che vuole essere veicolo di un nuovo e diverso sviluppo. I grandi temi conduttori della manifestazione, ora più urgenti che mai, saranno:

  1. la centralità delle persone per una PA all’altezza della sfida
  2. l’impegno per portare l’Italia ad essere una Smart Nation
  3. l’obiettivo italiano ed europeo per un “New Green Deal”

Qui trovate ulteriori dettagli.

Le PA come veicolo per lo sviluppo innovativo del Paese

Come afferma Andrea Rangone, CEO del Gruppo Digital360 “Solo dall’innovazione digitale di imprese e pubbliche amministrazioni e da una nuova vitalità imprenditoriale, può passare la via della ripresa del nostro Paese. FORUM PA 2020 rappresenta una grande occasione di confronto sulle politiche industriali dell’innovazione per reagire all’emergenza attuale e guardare al futuro, con il compito strategico assegnato alla PA di essere veicolo dello sviluppo”.

Recentemente abbiamo assistito all’adozione massiccia dello smart working come modalità ordinaria di lavoro (secondo i primi dati pubblicati la scorsa settimana sul sito di Funzione Pubblica, una media del 69% del personale di Regioni e Province autonome è già in lavoro agile) e al ricorso estensivo alla didattica a distanza (per la quale il Decreto “Cura Italia” prevede uno stanziamento di 85 milioni per questo anno scolastico), che sta mettendo in luce alcune priorità quali la cultura digitale degli insegnanti e l’accesso generalizzato alla rete con una banda adeguata. Due esperienze che dimostrano come la pubblica amministrazione si è saputa muovere intelligentemente in un momento di forte crisi, con l’adozione di soluzioni nuove per reagire e non fermarsi.

FacebookTwitterLinkedIn