La Blockchain privata di TrustedChain supporta il mondo Agrifood

La Blockchain privata TrustedChain, messa a punto da Ifin Sistemi, è in grado di raccogliere e notarizzare tutte le informazioni prodotte nella filiera agroalimentare. [...]
  1. Home
  2. Mercati
  3. Agrifood
  4. La Blockchain privata di TrustedChain supporta il mondo Agrifood

Tra i vantaggi riconosciuti alla Blockchain c’è la capacità di garantire la tracciabilità dei dati in maniera fissa e immutabile:  un beneficio che, in questa fase, appare particolarmente utile per tutte le aziende del mondo agrifood, che in questa fase hanno la necessità di aumentare la fiducia dei consumatori finali, scossi e preoccupati dai numerosi scandali che hanno minato il corretto funzionamento del settore. Per creare e alimentare questa fiducia i dati conservati e notarizzati nella Blockchain devono essere affidabili e sicuri al 100%: per questo motivo Ifin Sistemi, una società con una lunga esperienza alle spalle in materia di gestione documentale, ha deciso di dare vita un biennio fa a TrustedChain, una speciale blockchain privata pensata per coprire le esigenze di molteplici settori, compreso quello dell’Agrifood.

 

WHITEPAPER
Blockchain nel settore energetico: quali opportunità per lo scambio di energia P2P?
Blockchain
Utility/Energy

Come ha raccontato in questa intervista ad AgrifoodTech Giovanni Maria Martingano, Amministratore unico di Ifin Sistemi, a differenza della classica Blockchain pubblica, l’infrastruttura TrustedChain ammette come nodi computazionali soltanto Trusted Service Providers europei (per la precisione si tratta di Evolve, IDM Canon, Ifin Sistemi, Olsa Informatica e Plurima). Si tratta cioè di aziende altamente qualificate che per il settore pubblico e privato gestiscono servizi digitali fiduciari, quali ad esempio la conservazione documentale, le firme e le fatture elettroniche e che sono tenute a osservare precisi requisiti tecnici di sicurezza e affidabilità nella gestione di tutti i servizi digitali. Una Blockchain così congegnata è in grado di creare un vero e proprio ponte tra il prodotto fisico e la mole di informazioni che derivano da tutta la filiera produttiva, traducendosi in un importante vantaggio competitivo. La maggiore visibilità e tracciabilità delle materie prime e dei semilavorati che compongono i prodotti è infatti in grado di aumentare la fiducia all’interno della filiera e si traduce anche in un incremento della fiducia del consumatore finale nei confronti del brand.

FacebookTwitterLinkedIn