FacebookTwitterLinkedIn

Blockchain e Enterprise DataOps pronte per offrire il meglio alle aziende

SAP, Amit SatoorI benefici provenienti dall’introduzione della blockchain in azienda risiedono in una maggiore fiducia, tracciabilità e trasparenza. La blockchain, in effetti, offre un sistema univoco di archiviazione che tiene traccia in tempo reale di tutte le informazioni relative a tutte le transazioni di business.
Dal momento che sulla blockchain si  crea un unico repository, che può essere condiviso e replicato tra tutti i partecipanti, nel quale i dati non possono essere alterati né modificati, la blockchain porta con sé un set unico di Data Management, estremamente utile in azienda.

Secondo studi recenti, all’interno delle imprese la blockchain dovrebbe garantire trasparenza nella catena del valore, dati condivisi affidabili ed essere uno standard di settore. Gli intervistati di centinaia di imprese impegnate su questo fronte credono che in futuro la Blockchain possa migliorare la compliance dell’azienda (96%), diventare un sistema affidabile (83%) e sostituire i contratti operativi della supply chain in 5-10 anni (76%).

I sostenitori della Blockchain sottolineano la capacità della tecnologia di eliminare la necessità di intermediari, riducendo costi, complessità e rischi. Per soddisfare queste promesse la blockchain deve affrontare alcuni ostacoli nella sua diffusione all’interno dell’organizzazione o in alternativa deve allearsi con l’Enterprise Data Management. Nella maggior parte dei casi la blockchain resta decentralizzata, d’altronde è la sua natura. Tuttavia per soddisfare le esigenze aziendali, la blockchain dovrà essere abbinata a soluzioni per la gestione di database e di dati che le conferiscano scalabilità, performance, monitoraggio e reporting operativi insieme all’integrazione con i flussi di lavoro esistenti, cosa che attualmente le manca.

5 motivi per cui la Blockchain ha bisogno di una soluzione di Data Management

La Blockchain sta fornendo buoni risultati in progetti POC (proof of concept), ma deve essere associata a un’infrastruttura di database solida e intelligente per dimostrare di essere pronta per il mondo enterprise. I database relazionali tradizionali, i sistemi di archiviazione dei Big Data, i sistemi di analisi in tempo reale, i sistemi di elaborazione distribuiti e le piattaforme di Business Intelligence dovranno lavorare in sinergia con la Blockchain per estendere le applicazioni aziendali e gestire i dati relativi a questa tecnologia.

Per dimostrare la validità di questi aspetti, ecco le cinque ragioni principali per cui i database tradizionali e le Blockchain necessitano in azienda l’uno dell’altra:

Le Blockchain memorizzano una quantità limitata di dati

Lo storage non è il punto forte della Blockchain. A causa delle elevate richieste di costi e prestazioni, le Blockchain memorizzano solo una minima quantità di dati, in genere pochi kilobyte o anche meno. L’hash, o identificativo, dei dati è memorizzato in Blockchain. I dati grezzi, tuttavia, dovrebbero essere archiviati in un database strutturato e persistente così che i data analyst possano visionare le informazioni e, soprattutto, analizzarle.

Le aziende otterranno risultati migliori dall’analisi di un mix di dati provenienti da Blockchain, da processi aziendali e altri tipi di informazioni

Ogni transazione sulla Blockchain dovrebbe essere disponibile per attività di analisi a supporto di processi decisionali rapidi fondati sui dati. Per aprire la Blockchain all’analisi, i dati dovranno essere archiviati in una piattaforma avanzata di gestione dei dati in grado di fornire una visione unificata di tutte le informazioni aziendali transazionali, indipendentemente dal fatto che risiedano nei sistemi core o sulla Blockchain. Senza l’accesso ai dati Blockchain, le imprese creeranno un ulteriore silos di dati, che si dimostrerà sempre più problematico da gestire.

Le app Blockchain dovranno interagire con una fonte unica e affidabile

I dati che provengono dalla Blockchain devono essere affidabili, in quanto saranno condivisi tra più parti per soddisfare i requisiti aziendali. I business analyst del mercato finanziario, ad esempio, vorranno trattare le transazioni o i cluster come oggetti di business. Gli esperti in normative delle aziende farmaceutiche devono combinare le transazioni con i registri delle comunicazioni, le date di produzione, i dati sui materiali e altre fonti per applicare la governance e le supervisioni automatizzate. I risk manager di un’impresa petrolifera devono incorporare le transazioni dai libri contabili di manutenzione e da altri documenti per anticipare eventuali rischi per tutte le sedi della compagnia. Gli utilizzi pratici di questi dati in azienda sono significativi e sottolineano ancora una volta l’importanza dell’affidabilità delle informazioni, indipendentemente dalla fonte che le ha originate.

Le applicazioni centralizzate esistenti e future devono essere integrate con le app della Blockchain

Molte imprese supportano più app realizzate per un database relazionale con un’interfaccia SQL. Queste app sono parte integrante del business e devono continuare a essere disponibili anche quando nuove applicazioni decentralizzate vengono create sulla Blockchain.

Non tutti i flussi di lavoro legacy verranno sostituiti

In modo analogo alle applicazioni SQL centralizzate che consentono alle aziende di funzionare senza problemi, i flussi di lavoro aziendali sono ben radicati all’interno dell’organizzazione. Occorreranno mesi e forse anni per sostituire questi processi molti noti e consolidati. La Blockchain dovrà interagire con i sistemi esistenti per ora e forse per gli anni a venire.

Le aziende vorranno una visualizzazione unica per le transazioni della Blockchain e per le altre piattaforme di gestione dei dati, sarà quindi necessario integrare la Blockchain con i sistemi esistenti.

Imparare dagli Early Adopter

Prima di iniziare ad adottare la Blockchain, un’azienda dovrà:

  • Valutare i sottosistemi che supporteranno i requisiti di elaborazione e analisi della Blockchain
  • Assicurarsi che lo storage sia disponibile in modo permanente
  • Esaminare gli accordi legali con i potenziali partecipanti alla Blockchain

La maggior parte delle aziende vorrà creare Blockchain private, con impostazioni dettate dall’organizzazione stessa, e gestire le autorizzazioni date in modo selettivo a enti esterni, come gli enti regolatori. La partecipazione di piccoli gruppi è un buon punto di partenza, in quanto la Blockchain ha qualche difficoltà con la scalabilità. Nei primi progetti pilota, i piani dovrebbero includere un numero basso di transazioni in quanto le prestazioni potrebbero essere rallentate in caso di volumi elevati.

Anche in questa fase iniziale, la Blockchain sta riscuotendo riscontri positivi in diversi settori. Ad esempio i servizi finanziari sono particolarmente interessati a flussi di lavoro più sicuri per le transazioni. In una ricerca di gennaio 2017, McKinsey ha stimato che la tecnologia Blockchain potrebbe far risparmiare alle istituzioni finanziarie tra gli 80 e i 110 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni.

Oltre all’ambito finanziario, la Blockchain sta aiutando l’industria farmaceutica a creare imballaggi intelligenti che impediscono ai prodotti contraffatti di entrare nelle catene di distribuzione. Gli Stati Uniti, l’Europa e i paesi in via di sviluppo stanno combattendo il fenomeno della contraffazione che introduce farmaci fasulli sul mercato. Aggiungendo la possibilità di identificare in modo univoco i pacchetti delle medicine e di poterli verificare con un’app, la Blockchain garantisce che le imprese, gli ospedali e le farmacie distribuiscano farmaci approvati dalla FDA.

I distributori di alimenti stanno adottando la Blockchain nelle loro supply chain per tracciare il percorso di pomodori, banane, carne bovina e altri prodotti naturali mentre viaggiano dalla fattoria ai ristoranti e ai negozi. La Blockchain garantisce che le merci raggiungano ogni destinazione nel tempo richiesto e soddisfino le condizioni richieste, come ad esempio temperatura, pH e umidità.

All’interno delle imprese, la Blockchain rappresenta una grande opportunità per più divisioni che devono realizzare transazioni insieme. Se hanno bisogno di un’opzione più sicura e più affidabile per condividere documenti, proprietà intellettuale, valuta non standard, distinte base, la Blockchain ha molto da offrire. Il punto critico sarà l’integrazione della Blockchain in un ambiente aziendale altamente centralizzato.

La Blockchain rappresenta una nuova sfida per la gestione dei dati: la creazione, la gestione e il coordinamento di più archivi di dati paralleli che raccolgono dati differenti in modi diversi. Una piattaforma digitale con servizi basati su cloud è l’opzione migliore per costruire un roster vincente e combinare i dati della Blockchain in rapida evoluzione con i dati aziendali in modo che le organizzazioni riescano a tenere il passo dell’era digitale.

L’autore di questo articolo, Amit Satoor, è Senior Director of Product and Solution Marketing di SAP 

FacebookTwitterLinkedIn
White Paper scelti per voi

FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi