Raddoppio dell’Ebitda, cashflow a 4,9 mln€ e fatturato in crescita per Digital360

Il risultato 2020 arriva in controtendenza rispetto all’andamento dell’economia, sente gli effetti di una serie di offerte digitali a livello di marketing online e di una proposta sempre più in chiave di “Digital As A Service” grazie anche all'affermazione e alla crescita di servizi in abbonamento [...]
  1. Home
  2. News
  3. Raddoppio dell’Ebitda, cashflow a 4,9 mln€ e fatturato in crescita per Digital360

La pandemia non rallenta lo sviluppo di Digital360 che anzi risponde alla domanda di un mercato sempre più attento all’innovazione digitale e a nuovi servizi per lo sviluppo del business delle imprese. I primi dati che emergono dall’analisi dei risultati consolidati per l’esercizio 2020 della società quotata su AIM Italia (editore di questa testata n.d.r.) arrivano come una forte conferma rispetto all’andamento già estremamente positivo che la società aveva messo a segno nel primo semestre dell’anno.

I dati relativi al fatturato mostrano una crescita di circa il 5% rispetto all’esercizio 2019, ma il risultato appare particolarmente significativo in termini di aumento dei margini operativi, grazie a un Ebitda che arriva oltre la soglia dei 5 milioni di euro, e che segna un significativo raddoppio rispetto ai 2,5 milioni di euro del 2019. Benefici anche in termini di andamento finanziario del Gruppo che ha generato un cash flow di 4,9 milioni di euro, riducendo la PFN dai 6,3 milioni del 2019 a circa 1,5 del 31 dicembre 2020 in un periodo che ha visto nello stesso tempo un importante impegno in termini di nuovi investimenti.

Per Andrea Rangone, Presidente di Digital360 “La pandemia ha accelerato una serie di dinamiche che già caratterizzavano il mercato e che insistono sui temi della trasformazione digitale delle imprese e delle pubbliche amministrazioni. Nello stesso tempo è aumentata la domanda e il valore di una serie di servizi digitali a livello di marketing online, remote selling, smart working, advisory remotizzata, webinar, su cui è fortemente cresciuta la capacità di sviluppo e l’offerta di Digital360″. Un altro aspetto importante, nelle considerazioni di Rangone, riguarda il ruolo di servizi innovativi basati sulle tecnologie digitali con una componente crescente ad abbonamento.

In questo senso va letto lo spostamento di mix del fatturato sui servizi digitali più innovativi e scalabili e sulla logica del “Digital As A Service”. In termini di Gruppo i risultati sono il frutto della crescita dei servizi digitali della Business Unit “Demand Generation” con una ricca serie di eventi, di progetti di comunicazione, di attività di lead generation, unitamente ai servizi a distanza, erogabili da remoto, della Business Unit Advisory negli ambiti, tra l’altro, di data protection, cybersecurity, smart working.

 

 

FacebookTwitterLinkedIn