Blockchain-IoT: ecco quando possono funzionare bene insieme - Blockchain 4innovation
FacebookTwitterLinkedIn

Blockchain-IoT: ecco quando possono funzionare bene insieme

Redazione

La combinazione di Blockchain e Internet of Things può produrre un reale vantaggio competitivo per le aziende? Ha provato a capirlo uno studio realizzato congiuntamente da Boston Consulting Group e Cisco System, che innanzitutto ha messo in evidenza come soltanto un piccolo sottoinsieme di compagnie stia sperimentando soluzioni combinate e molte di queste siano ancora nella fase del Proof of Concept.

Blockchain e IoT: i casi d’uso

Esiste comunque un insieme di applicazioni IoT per cui la blockchain risulta un valido abbinamento. Questi casi d’uso blockchain-IoT possono creare valore incrementale se esibiscono caratteristiche come:

  • Il bisogno di alta fiducia e trasparenza tra device controllati da partiti multipli che tipicamente non si fidano l’uno dell’altro;
  • L’affidamento ad una versione singola di verità da stakeholder multipli quando i ricordi individuali sono inclini a commettere errori e il costo della perdita o dei dati compromessi è molto alto;
  • Autenticità del device: è critica perché l’impatto di device manomessi potrebbe essere sostanziale;
  • Affidamento alla presa di decisione autonoma e alle transazioni decentralizzate.

Lo studio ha poi identificato 35 casi d’uso di compagnie che usano blockchain e IoT, poi organizzati in 5 categorie affiancate dalla percentuale di applicazioni pronte alla produzione:

  1. operations tracking and visibility (60%)
  2. provenance and authentication (33%)
  3. autonomous machine-to-machine interactions (14%)
  4. service-based businesses (13%)
  5. data monetization (0%)

La maggioranza di queste applicazioni è ancora nella fase Proof of Concept, se non ancora nella fase di progettazione. Solo circa il 25% dei casi d’uso hanno completato la fase di PoC.

Il valore economico

Sono tre i modi che mostrano come la combinazione di blockchain e IoT posso generare valore per le aziende.

Riduzione dei costi: la blockchain permette la creazione di data set di fiducia che possono essere condivisi tra stakeholder multipli. Rimpiazzando gli intermediari e automatizzando le transazioni attraverso la catena di valore, si riducono i costi effettivi.

Potenziamento dei ricavi: le imprese esistenti possono usare la blockchain con IoT per minimizzare le perdite dei ricavi, per esempio tramite la prevenzione delle vendite contraffatte. La Blockchain può anche sbloccare molto del valore dell’IoT rendendo possibile quello che altrimenti non sarebbe praticabile o scalabile: nell’uso degli smart contracts, può rendere più semplice automatizzare transazioni e pagamenti tra device.

Mitigazione del rischio: i requisiti di conformità continuano a diventare più complessi col passare del tempo, per effetto della globalizzazione e della crescente digitalizzazione. Blockchain e IoT potrebbero aiutare le aziende a soddisfare questi requisiti regolatori raccogliendo e conservando verifiche e accertamenti richiesti. Inoltre, l’accoppiata può mitigare il rischio, assicurando la qualità e l’autenticità dei prodotti attraverso il loro ciclo di vita, proteggendo così il nome e la reputazione di un’azienda.

Nel corto raggio, i miglioramenti nei processi esistenti porteranno valore con la riduzione dei costi e la mitigazione dei rischi. Nel lungo raggio, la combinazione blockchain-IoT offrirà possibilità più ricche attraverso il miglioramento dei ricavi.

Key challenges

D’altra parte, esistono una serie di ostacoli che ancora limitano la diffusione di questa abbinata:

  • Limitata comprensione della blockchain: il modo in cui l’IoT può generare valore per una grande varietà di aziende è largamente compreso; per la blockchain, esiste invece è limitata la comprensione di come essa possa essere utile nel business.
  • Bassa reputazione della blockchain: molte aziende hanno abbracciato l’IoT; al contrario, dal momento che la blockchain è la tecnologia sottostante ai Bitcoin e alle altre criptovalute, la sua reputazione ha sofferto a causa della sua associazione con le ICO.
  • Incertezza regolatoria: qualsiasi nuova tecnologia crea incertezze regolatorie poiché governi e corpi regolatori sono alle prese con il potenziale impatto di questi vantaggi e ogni paese agisce in modo diverso.
  • Mancanza di standard e piattaforme pronte alle aziende: qualsiasi primordiale utilizzatore delle soluzioni blockchain-IoT deve affrontare i problemi di interoperabilità, scalabilità e obsolescenza, specialmente se collegati a provider non affidabili.
  • Bisogno di collaborazione: blockchain trae valore da un’adozione su larga scala. Le aziende stanno creando e riunendo consorzi specifici perché il vero valore nelle iniziative blockchain-IoT sta nei progetti multipli che investono tempo, soldi e sforzi in qualità di gruppo. Questo è il motivo per cui le aziende hanno bisogno di includere tutti gli stakeholder quando si testa una nuova soluzione ed investire in quello che viene chiamato un ecosistema minimamente sostenibile.

Una questione di tempo

Sicuramente, la tecnologia Blockchain ha bisogno di tempo per maturare e superare grandi ostacoli come la carente comprensione e le sfide tecniche e regolatorie. Solo quando questo succederà, la Blockchain potrà espletare il suo pieno potenziale e offrire ai leader aziendali le soluzioni che hanno bisogno per portare un valore economico significativo nelle loro compagnie.

FacebookTwitterLinkedIn
White Paper scelti per voi

FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi