RegTec: EBA valuta le cryptotechnologies per la regulatory compliance - Blockchain 4innovation
FacebookTwitterLinkedIn

RegTec: EBA valuta le cryptotechnologies per la regulatory compliance

Mauro Bellini

Un altro importante passo in avanti nella definizione di un framework RegTec (Regulatory Technology) europeo in favore degli adempimenti normativi per le istituzioni finanziarie e per le authority. Partendo dalla domanda su cosa possono fare le Cryptotechnology per migliorare la regulatory compliance, EBA, European Banking Association ha deciso di focalizzare un proprio gruppo di lavoro sull’analisi di queste soluzioni nella convinzione che l’innovazione tecnologica “Cripto” può dare un forte contributo a tutti gli attori del mondo finanziario. In occasione di Sibos 2018 EBA ha così presentato i risultati del lavoro svolto dal Working Group dedicato alle Cryptotechnologies nella forma di un white paper (scarica da qui il documento EBA)  sottolineando le principali evidenze di questo lavoro in particolare a livello di KYC (Know Your Custiomer) data management e di regulatory reporting.

Le principali evidenze del white paper “Cryptotechnologies: improving regulatory compliance”:

  • L’utilizzo di tecnologie RegTec critpo porta importanti benefici nel miglioramento dei processi di adempimento alle normative vigenti
  • Le soluzioni RegTec permettono di innovare, semplificare e ridurre i rischi di errore nei flussi relativi ai report e ai servizi di KYC Know Your Customer

Come cambiano i flussi della compliance grazie all’utilizzo di Cryptotechnologies

Il RegTec si basa sull’utilizzo di tecnologie innovative, tra le quali le DLT technologies e la blockchain per rendere più chiari, efficienti e sicuri i processi di compliance normativa, per abbassare i costi e per ridurre gli errori. In definitiva la RegTec permette alle imprese finanziarie e alle banche di aumentare la propria competitività nel panorama della digital economy.

Nell’ambito specifico dei processi KYC la RegTech può aiutare a definire, costruire e sostenere una visione di insieme. A fronte di processi che risultano spesso frammentati e polverizzati le banche e le istituzioni finanziarie sono costrette a un forte impegno in termini di sviluppo di nuovi servizi per aumentare la soddisfazione dei clienti finali o per ricondurre tutti i fattori che concorrono alla KYC a una unica visione di insieme condivisa. In questo senso il rapporto EBA sostiene che le soluzioni basate su DLT hanno la possibilità di migliorare la data integration e ridurre i rischi di errore. Se ogni area o dipartimento di ogni azienda dispone di una vista uniforme e univoca di tutti gli attributi della KYC i clienti finali non sono costretti a reintrodurre o risottomettere ogni volta la documentazione necessaria per assolvere ai principi KYC ogni volta, per ogni servizio aggiuntivo. Le soluzioni basate su DLT data sharing si prestano per essere estese anche oltre i confini di una stessa organizzazione per gestire il tema KYC anche tra diverse imprese o istituzioni finanziarie

I vantaggi per la Regulatory Reporting

Nell’ambito del Regulatory reporting le soluzioni DLT possono essere di aiuto a livello di gestione documentale condivisa. Le istituzioni finanziarie sono soggette a numerose richieste di reportistica da parte di diverse authority con grande frequenza. Le DLT based reporting systems sono sviluppate e progettate  in modo da essere nativamente compliant con le richieste delle authority in modo da accelerare i processi di produzione, di verifica e di condivisione di queste informazioni. Dal RegTec possono dunque arrivare soluzioni specifiche per i processi di reporting e possono arrivare contributi per la riduzione degli errori con benefici in termini di efficienze sia per le istituzioni finanziarie sia per le authority.

 

Direttore responsabile delle testate “verticali” di Digital360: Blockchain4Innovation, PagamentiDigitali, Internet4Things, BigData4Innovation e Agrifood.Tech si occupa di innovazione digitale applicata alla realtà delle imprese, delle pubbliche amministrazioni e del sociale

FacebookTwitterLinkedIn

White Paper scelti per voi

FacebookTwitterLinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi